Science Tech

Storie di umanit. Fotografi per MSF: un concorso in collaborazione con Cortona On The Move

Si sono aperte il 6 Aprile 2021 le iscrizioni per il concorso fotografico dal titolo “Storie di umanità. Fotografi per Medici Senza Frontiere” che nasce dalla collaborazione tra Medici Senza Frontiere e Cortona On The Move. La scelta non è casuale in quanto quest’anno cade il cinquantesimo anniversario dall’organizzazione medico-umanitaria. Sul sito (link qui sopra), è possibile trovare tutte le informazioni utili.

Antonio Carloni (Direttore di Cortona On the Move) ha dichiarato “da sempre il festival internazionale di visual narrarive Cortona On The Move ospita storie che raccontano il mondo contemporaneo nella sua complessità e nelle sue contraddizioni. La collaborazione con Medici Senza Frontiere ci rende molto orgogliosi e rappresenta un riconoscimento importante al lavoro fatto negli anni. Siamo felici di dare la possibilità a fotografi under 30 di mettere alla prova il loro talento in contesti di difficile accesso come quelli in cui opera Medici Senza Frontiere”.

Medici Senza Frontiere e Cortona On The Move: insieme per la fotografia

Come scritto sopra, le iscrizioni si sono aperte il 6 Aprile 2021 e si chiuderanno il 5 Giugno 2021. Questo concorso è rivolto ai fotografi, sia amatoriali che professionisti, con residenza in Italia e con un’età compresa tra i 18 e i 30 anni.

La motivazione alla base di “Storie di umanità. Fotografi per Medici Senza Frontiere” che coinvolge Medici Senza Frontiere e Cortona On The Move è una riflessione su cos’è la solidarietà e dare un maggiore risalto alle persone vulnerabili. Il tutto utilizzando la fotografia. Grazie alla scelta di un tema così ampio, i fotografi potranno scegliere un contesto, uno stile e soggetti variegati con la massima libertà.

Di seguito i componenti della giuria di questo concorso fotografico:

  • Arianna Rinaldo (direttrice artistica Cortona On The Move)
  • Renata Ferri (photo editor di Io Donna/Corriere della Sera)
  • Rosy Santella (photo editor di Internazionale)
  • Francesca Mapelli (direttrice comunicazione MSF)
  • Giuseppe La Rosa (multimedia content manager MSF)

Al termine del concorso saranno premiati tre partecipanti che avranno così la possibilità di realizzare un reportage per documentare il lavoro di MSF sul campo. Per quanto riguarda il primo classificato, avrà modo di documentare un progetto in uno dei paesi dove opera Medici Senza Frontiere. Il secondo e il terzo invece potranno fare lo stesso, ma in Italia.

Giuseppe La Rosa (di MSF) ha ricordato l’importanza di testimoniare quanto accade nel Mondo. Il multimedia content manager ha detto che “curare e testimoniare sono elementi fondamentali del DNA di MSF” e la fotografia è un linguaggio coinvolgente adatto alla scopo.


Source link

bourbiza

Bourbiza Mohamed. Writer and Political Discourse Analysis.

Related Articles

Leave a Reply

Back to top button