Italia News Today

Recovery, Draghi: «Occasione unica, bisogna spendere bene. Tre le priorità: giovani, parità di genere e Sud»

I punti chiave

  • In alcune aree il piano è in forte discontinuità col precedente
  • le tre priorità: giovani, parità di genere e Sud
  • Potenziare asili e istituti professionali
  • Aiutare donne e giovani per posti di lavoro dignitosi
  • La governance e le principali direttrici
  • Task force locali
  • Le funzioni degli enti territoriali

Il Piano nazionale di rilancio e resilienza è «un pacchetto di investimenti molto ambizioso e un pacchetto di riforme» che va a coprire gli anni tra il 2021 e il 2026. Lo ha detto il premier Mario Draghi incontrando gli enti locali. «Un’opportunità che dobbiamo cogliere», in particolare quella della transizione ecologica e digitale. «Dobbiamo essere consapevoli – ha sottolineato – della portata storica di questo piano, è un’occasione unica» per migliorare le scuole e modernizzare la burocrazia. «É importantissimo spendere e spender bene». Al tavolo con il governo ci sono regioni, Anci e Upi. Per il governo presenti il premier Mario Draghi, il ministro per gli Affari regionali e le autonomie Mariastella Gelmini, il ministro dell’Economia Daniele Franco, il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, il ministro della Salute Roberto Speranza, il ministro della Pa Renato Brunetta.

In alcune aree il piano è il forte discontinuità col precedente

«Molti si chiedono se questo Piano sia in continuità o meno con il precedente: è certamente in continuità in alcune aree dove la discontinuità non aveva nessun motivo di esserci, ed è forte discontinuità in altre aree». E ha sottolineato come la fibra ottica dovrà essere su tutto il territorio nazionale, soprattutto al Sud.

Loading…

Le tre priorità: giovani, parità di genere e Sud

Tre le priorità trasversali del piano: Giovani, Parità di genere e Sud. Sei le missioni: Digitalizzazione, Transizione Ecologica, Infrastrutture, Istruzione e Ricerca, Inclusione e Coesione e Salute. Per quanto riguarda la digitalizzazione, Draghi ha detto che puntiamo a una diffusione capillare della fibra ottica su tutto il territorio e in particolare nel Mezzogiorno. Sosteniamo i settori culturali e creativi del Paese, duramente colpiti dalla pandemia. L’idea, per esempio, è quella di rendere le imprese del settore turistico più competitive, e permettere loro di digitalizzare i propri servizi. Nell’ambito della transizione ecologica, poi, investiamo nella tutela del territorio e delle risorse idriche. Obiettivo è prevenire e contrastare gli effetti del cambiamento climatico sui fenomeni di dissesto idrogeologico e accelerare, in maniera decisa, la ricostruzione nelle aree che hanno subito gravi eventi sismici negli ultimi decenni. Per quanto riguarda le infrastrutture, si interverrà sulle ferrovie, e in particolare nell’alta velocità verso il Sud per merci e passeggeri e nell’alta velocità che collega il Nord all’Europa. Previsto il rafforzamento delle linee ferroviarie regionali e dei nodi metropolitani, con particolare attenzione all’elettrificazione delle linee meridionali e alla modernizzazione delle stazioni ferroviarie. Il piano per le strade include la manutenzione di numerosi ponti, viadotti e gallerie, ad esempio sulle autostrade A24 e A25 che attraversano l’Italia da Est a Ovest.

Potenziare asili e istituti professionali

Nell’ambito della missione “Istruzione e ricerca” del Pnrr si punta a potenziare l’offerta di asili nido e scuole materne, che sono fondamentali per raggiungere una vera parità di genere. Per i giovani, ha spiegato Draghi, rilanciamo gli istituti di formazione professionale (ITS) e ampliamo l’accesso a sussidi, alloggi e sgravi fiscali per i ragazzi meritevoli in condizioni economiche e sociali difficili. «Dobbiamo investire di più – ha detto il premier – in ricerca e sviluppo, e incentivare i privati a fare lo stesso, soprattutto in quei contesti, come il meridione, dove la domanda di innovazione è ancora carente».

Aiutare donne e giovani per posti lavori dignitosi

Gli interventi per la coesione e l’inclusione vogliono aiutare in particolare donne e giovani a trovare posti di lavoro dignitosi e ben retribuiti. Dobbiamo rafforzare, ha spiegato Draghi, i servizi per l’impiego, investire nell’apprendistato, promuovere la creazione di imprese femminili.


Source link

bourbiza

Bourbiza Mohamed. Writer and Political Discourse Analysis.

Related Articles

Leave a Reply

Back to top button